Il sindaco metropolitano Virginio Merola ha inviato l'“Accordo metropolitano 2016-2021 per l'inclusione scolastica e formativa dei bambini, alunni e studenti con disabilità” a tutte le Istituzioni pubbliche e private coinvolte. Si è conclusa infatti la consultazione interistituzionale sul nuovo testo e ora si avvia l'iter previsto dalla legge per la sottoscrizione.

Si tratta di un documento, previsto dalla legge 104/1992 che indica a tutte le istituzioni (Servizi Sanitari, Autonomie scolastiche, Enti di Formazione, Scuole paritarie, Comuni e Città metropolitana stessa) che concorrono all'inclusione scolastica i principi per regolamentare, integrare e coordinare le azioni per promuovere il diritto all'apprendimento dei bambini, alunni e studenti con disabilità iscritti a servizi educativi, scuole statali e paritarie e nell'Istruzione e Formazione professionale.

L'Accordo di programma coinvolge quindi a livello metropolitano tutti gli alunni con disabilità (circa 4000) e le loro famiglie, e rappresenta anche uno strumento attraverso il quale i diritti divengono esigibili. Presto verrà infatti costituito il Collegio di Vigilanza, organo a cui singoli cittadini ed istituzioni possono rivolgersi nel caso ritengano che i propri diritti – normati dall'Accordo - non siano stati rispettati.