Il Centro dell’Infanzia, realizzato in via xxv Aprile, nella zona Peep di San Giovanni Persiceto, è un complesso costruito ex novo e progettato per accogliere diverse tipologie di servizio.

Inaugurato nel 2001 è intitolato al Sindaco Giorgio Nicoli, scomparso il 3 marzo 1999 in seguito ad un grave incidente all’età di 40 anni, per ricordare la sua dedizione alla comunità, la sua passione per il mondo della scuola ed in particolare per questa nuova realizzazione che lui concepì per primo e volle fortemente.

Realizzato con le più moderne soluzioni costruttive, con grande attenzione ai materiali e alla concezione degli spazi e in collaborazione con gli operatori dei servizi a cui era destinato, è composto da un unico edificio diviso in asilo Nido, che accoglie bambini da 0 a 3 anni e la Scuola dell’Infanzia, che accoglie bambini da 3 a 6 anni.

Inizialmente la scuola dell’infanzia era costituita da quattro sezioni, dal laboratorio di pittura, da un’ aula di musica, dalla biblioteca, da un ufficio per docenti e collaboratori, dai servizi e   da un ripostiglio.

A seguito del boom demografico degli anni successivi, si è reso necessario un ampliamento della struttura e, tra il 2002 e il 2004, sono state costruite prima due nuove sezioni e l’aula informatica, poi una settima sezione tutta in legno, esterna alla scuola ma ad essa collegata  da un breve corridoio di vetro.

Attualmente la scuola ospita 6 sezioni a tempo pieno (dalle h 8 alle 16.30), di età omogenea (2 sez. di 3 anni, 2 di 4 e 2 di 5). Le aule sono molto spaziose ( possono contenere fino a 28 bambini), con pavimenti in legno, soffitto in cemento e travi a vista e sono dotate di ampie vetrate, di una porta-finestra che consente l’accesso diretto al grande giardino alberato e di servizi per i bambini.

Dalla porta d’ingresso si accede dapprima in un piccolo atrio e successivamente in un ampio salone, utilizzato per attività comuni e strutturato in angoli e centri d’interesse. Nel corso degli anni l’aula di musica è stata trasformata in un’aula morbida, che viene utilizzata quasi esclusivamente dai bambini diversamente abili.